General Contractor o Contraente generale: chi è e quali compiti ha

Il general contractor è una figura che compare principalmente nell’ambito degli appalti pubblici si sente parlare sempre più spesso anche nell’ambito dei lavori del c.d. superbonus 110%: vediamo chi è e quali compiti ha.

Con il contratto di affidamento unitario a contraente generale, il soggetto aggiudicatore affida ad un soggetto dotato di adeguata capacità organizzativa, tecnico-realizzativa e finanziaria la realizzazione con qualsiasi mezzo dell’opera, nel rispetto delle esigenze specificate nel progetto definitivo redatto dal soggetto aggiudicatore e posto a base di gara, a fronte di un corrispettivo pagato in tutto o in parte dopo l’ultimazione dei lavori.

Il general contractor o contraente generale

Tale figura è regolata dalla legge n. 443 del 2022 la c.d. Legge obiettivo.

L’art. 1, comma 2, lettera f  distingue il contraente generale dal concessionario di opere pubbliche.

Il general contractor è escluso dalla gestione dell’opera eseguita ed è qualificato:

  • per specifici connotati di capacità organizzativa e tecnico-realizzativa,
  • per l’assunzione dell’onere relativo all’anticipazione temporale del finanziamento necessario alla realizzazione dell’opera in tutto o in parte con mezzi finanziari privati,
  • per la libertà di forme nella realizzazione dell’opera,
  • per la natura prevalente di obbligazione di risultato complessivo del rapporto che lega detta figura al soggetto aggiudicatore e per l’assunzione del relativo rischio.

Il contraente generale deve prevedere l’obbligo di prestazione di adeguate garanzie e di partecipazione diretta al finanziamento dell’opera o di reperimento dei mezzi finanziari occorrenti.

L’art. 194 del decreto legislativo n. 50 del 2016 prevede che:

Con il contratto di affidamento unitario a contraente generale, il soggetto aggiudicatore affida ad un soggetto dotato di adeguata capacità organizzativa, tecnico-realizzativa e finanziaria la realizzazione con qualsiasi mezzo dell’opera, nel rispetto delle esigenze specificate nel progetto definitivo redatto dal soggetto aggiudicatore e posto a base di gara, ai sensi dell’articolo 195, comma 2, a fronte di un corrispettivo pagato in tutto o in parte dopo l’ultimazione dei lavori.”

I compiti del contraente generale

Tra i compiti del contraente generale c’è la predisposizione del progetto esecutivo e delle attività tecnico amministrative occorrenti al soggetto aggiudicatore per pervenire all’approvazione del progetto.

Acquisisce le aree di sedime necessarie per l’esecuzione dei lavori, si occupa dell’esecuzione con qualsiasi mezzo dei lavori, del prefinanziamento, in tutto o in parte, dell’opera da realizzare.

Individua, se richiesto, le modalità gestionali dell’opera e di selezione dei soggetti gestori.

Indica, al soggetto aggiudicatore, il piano degli affidamenti, delle espropriazioni, delle forniture di materiale e di tutti gli altri elementi utili a prevenire le infiltrazioni della criminalità, secondo le forme stabilite tra quest’ultimo egli organi competenti in materia.

Nell’ambito del superbonus 110% il contribuente può affidare l’intero appalto delle opere dalla progettazione alla realizzazione, in modo da gestire l’organizzazione delle imprese e professionisti che si occuperanno della ristrutturazione e riqualificazione energetica degli immobili.