Garanzie sul mutuo: il fideiussore rischia il pignoramento

La fideiussione prestata all’interno del contratto di mutuo espone il garante alla immediata esecuzione forzata

Molto spesso nella stipula di un contratto di mutuo la Banca richiede la presenza dei garanti i quali garantiscono l’adempimento del debitore principale esponendo anche il proprio patrimonio personale.

Poichè il contratto di mutuo bancario riveste la forma dell’atto pubblico, redatto da un notaio, il medesimo vale come titolo esecutivo e pertanto l’istituto bancario, in caso di mancato pagamento delle rate, può procedere al pignoramento immobiliare dell’immobile concesso in garanzia.

La banca può inoltre rivalersi direttamente sui garanti in quanto, solitamente, le fideiussioni bancarie contenute all’interno dei contratti di mutuo sono a cosiddetta “prima richiesta”, ossia senza la necessaria previa escussione del debitore principale.

Ciò significa che la banca creditrice può direttamente procedere al pignoramento degli averi dei garanti senza doversi munire di titolo esecutivo (es. decreto ingiuntivo). Dunque la banca può notificare direttamente il precetto e poi procedere al pignoramento.

Inoltre, tra le clausole contrattuali della fideiussione, è stabilita la trasmissibilità della garanzia agli eredi.