Swift: un’ arma pensata contro la Russia ma con effetto boomerang

Escludere la Russia dal sistema Swift potrebbe comportare problemi alle operazioni finanziarie da e per la Russia ma potrebbe crearne altrettanti per gli Istituti Bancari europei. Vediamo perché.

Swift: di che cosa si tratta

Si tratta dell’acrononimo di Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication.

Costituisce un sistema di comunicazione interbancaria, a cui possono accedere anche gli utenti-clienti di una banca, utilizzando il codice “bic” (bank identificative code) della stessa banca, con l’aggiunta degli identificativi propri (codice iban) e trasmettendo ad altro utente di altra banca, identificato con il bic della banca ricevente e l’iban dell’utente destinatario. Della comunicazione effettuata rimane traccia nel server.

Vi fanno parte principalmente istituti bancari.

Vengono inviati ordini di pagamento in modo sicuro da un istituto ad un altro attraverso il codice Swift

Infatti, ogni istituto membro ha un codice univoco che lo rende riconoscibile.

Attraverso il sistema Swift si identifica con sicurezza una Banca, il paese, la città e la filiale al fine di inviare l’ordine di pagamento.

La rete swift permette a privati ​​e aziende di accettare pagamenti elettronici o con carta anche se il cliente o il fornitore utilizza una banca diversa dal beneficiario.

Provvede in particolare al trattamento di messaggi concernenti pagamenti interbancari ed operazioni su titoli.

Che succede se un’istituzione viene esclusa dallo Swift?

Se un Istituto Bancario viene escluso dalla rete Swift non sarà possibile effettuare ordini di pagamento da e verso l’istituto, con conseguente blocco del flusso di pagamenti ed accrediti.

Se venissero escluse le Banche Russe, queste dovrebbero trovare un’ altra piattaforma e  modalità alternativa sulla quale far confluire le richieste di pagamento non senza notevoli difficoltà.

Si bloccherebbe o comunque rallenterebbe di molto il flusso dei pagamenti e le Banche non riceverebbero fondi dalla Russia, con conseguente maggiore esposizione finanziaria proprio perché non otterrebbero i pagamenti dovuti.