Riduzione dell’aliquota IVA per le somministrazioni di gas metano: la circolare dell’A.D.E.

La circolare n. 17/E dell’Agenzia delle Entrate del 3 dicembre 2021 fornisce chiarimenti in merito alla riduzione dell’aliquota IVA per le somministrazioni di gas metano di cui al Decreto Energia

La circolare n. 17 / E dell’Agenzia delle Entrate

Con la circolare n. 17/ E in commento l’Agenzia delle Entrate  fornisce chiarimenti in merito all’ambito di applicazione dell’agevolazione fiscale prevista  all’ articolo 2, comma 1, del d.l. n. 130 del 2021, tenuto conto anche della legge di conversione del 25 novembre 2021.

La disposizione riduce temporaneamente al 5 per cento l’aliquota IVA applicabile alle somministrazioni di gas metano per combustione per usi civili e industriali, facendo riferimento, a tal fine, all’articolo 26, comma 1, del “Testo unico delle disposizioni concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi e relative sanzioni penali e amministrative” (c.d. Testo unico delle accise – TUA), approvato con decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504.

Applicabilità aliquota del 5 per cento

L’aliquota IVA del 5 per cento è applicabile, seppure in via temporanea, sia alle somministrazioni di gas metano per usi civili e industriali ordinariamente assoggettate all’aliquota del 10 per cento, sia a quelle per usi civili (che superano il limite annuo di 480 metri cubi) e industriali ordinariamente assoggettate all’aliquota del 22 per cento.

Ai fini IVA ne consegue che possono usufruire dell’aliquota agevolata del 5 per cento, introdotta dal decreto Energia:

  • gli impieghi di gas metano per combustione rientranti nelle destinazioni annoverate tra le esenzioni di cui all’articolo 17 del TUA (gas soggetto ad accisa, ancorché esonerato dal relativo pagamento)
  • negli utilizzi agevolati richiamati dall’articolo 24 del TUA, purché circoscritti ai soli usi “civili” e “industriali” a cui fa riferimento l’articolo 26 sopra menzionato.

LEGGI ANCHE: Decreto Energia : dal Consiglio dei Ministri misure urgenti

Periodo di applicabilità

L’agevolazione  trova applicazione con riferimento alle somministrazioni di gas metano per combustione contabilizzate nelle fatture emesse per i consumi relativi ai mesi di ottobre, novembre e dicembre del 2021, sia che essi siano semplicemente stimati sia che si tratti di consumi effettivi.

Nel caso in cui le somministrazioni di gas siano, comunque, contabilizzate sulla base di consumi stimati, l’aliquota IVA del 5 per cento si applica anche in relazione ai successivi eventuali conguagli, derivanti dalla rideterminazione degli importi dovuti sulla base dei consumi effettivi riferibili, anche percentualmente, all’ultimo trimestre del 2021, a prescindere dal momento di fatturazione degli stessi.

La disciplina produce effetti in relazione alle forniture di gas relative all’ultimo trimestre dell’anno 2021.

L’Agenzia delle Entrate precisa che valuterà, caso per caso, la non applicabilità delle sanzioni, ai sensi dell’articolo 10, comma 3, della legge 27 luglio 2000, n. 212 (cd. Statuto dei diritti del contribuente).

Ciò nel caso in cui vi siano condizioni di obiettiva incertezza in relazione a comportamenti difformi  adottati dai contribuenti anteriormente alla pubblicazione della circolare n. 17/E.