Contratto di trasporto aereo: le Sezioni Unite si pronunciano sulla giurisdizione

La Corte di Cassazione, Sezioni Unite, con ordinanza n. 33002/2021 depositata il 10 novembre, ha stabilito che l’attore, con riferimento al contratto di trasporto aereo, può radicare la causa nel luogo di esecuzione della obbligazione, e più esattamente nel luogo dove il servizio è stato prestato o dove avrebbe dovuto essere prestato

contratto di trasporto aereo

Il caso relativo alla indennità forfettaria per cancellazione del volo

Le Sezioni Unite con ordinanza n. 33002/2021 depositata il 10 novembre affrontano il caso relativo alla giurisdizione nel caso in cui il rapporto dedotto in giudizio sia quello di trasporto aereo ma la domanda originaria formulata dai trasportati ed oggetto della cessione di credito sia limitata all’indennità forfettaria stabilita secondo i parametri di cui al Reg.CE n. 261 del 2004.

Il Regolamento come stabilito espressamente nell’art. 3, punto 1 lettera a) si applica “ai passeggeri in partenza da un aeroporto situato nel territorio di uno Stato membro soggetto alle disposizioni del trattato” ma non contiene disposizioni sulla determinazione della giurisdizione.

LEGGI ANCHE: Aereo e atterraggio “duro”: nessun risarcimento al danneggiato

Quale giurisdizione nel caso di azioni volte ad ottenere i diritti forfettari e standardizzati previsti dal Regolamento?

Nel caso in esame, ai fini della determinazione della giurisdizione, non può trovare applicazione la Convenzione di Montreal  perché l’ambito di operatività della stessa e della sua norma sulla competenza giurisdizionale  è limitato alle azioni di carattere risarcitorio.

La Corte di Giustizia Europea ha affermato univocamente che alle azioni rivolte ad ottenere i diritti forfettari e standardizzati previsti dal Regolamento n. 261 del 2004 è applicabile il reg. UE n. 1215 del 2012 .

In particolare l’art. 7 indica tra le “competenze speciali” il luogo di esecuzione della obbligazione dedotta in giudizio e la Corte specifica che nei contratti aventi ad oggetto la prestazione di servizi la giurisdizione può radicarsi nel luogo in cui i servizi sono stati prestati o avrebbero dovuto essere prestati secondo il contratto e non la Convenzione di Montreal.

In conclusione, ai fini della determinazione della giurisdizione, l‘attore può radicare la causa nel luogo di esecuzione dell’obbligazione e più esattamente, con riferimento ad un contratto di trasporto aereo, nel Paese dove il servizio è stato o avrebbe dovuto essere prestato (nella specie il luogo di partenza del volo) a prescindere dalla nazionalità dei passeggeri.